Autore archivio: beaflower

Guarda che Luna!

Luna-Llena
Odio ammettere che per quanto riguarda l’estetica sono sempre stata pigra, sono nata fortunata che non ho mai avuto problemi come acne, però come mi hanno detto: chi arriva bella dopo i 30 ha vinto, dopo i 40 stravinto, e via dicendo, quindi devo impegnarmi ad arrivare ai 30 con meno rughe possibili, la pelle pulita, i capelli decenti…insomma un po’ come andare alla notte degli Oscar.
Punto numero uno COSTANZA!!!!
Punto numero due bere, e integrate dei depurativi.
Punto numero 3 frutta a volontà fuori pasto.
Come cura esterna un po’ ho seguito dei consigli di una cara amica, che trovate le sue info qui https://www.facebook.com/Pikka-Make-Up-1539245503028656/?fref=ts se volete, o dalla mia estetista o alcune mie ricerche.
Innanzi tutto ho seguito il calendario lunare di bellezza per trovare la costanza nelle cose e quindi ho diviso il mese in due fasi: luna calante e luna crescente, in modo da tale che se anche ho poco tempo riesco ad utilizzare diversi prodotti per nutrire al meglio la pelle.
Io ho una pelle mista quindi ho cercato prodotti adatti al mio tipo di pelle e naturalmente lavorando in erboristeria li ho presi da me per essere sicura che funzionino e poi ho cercato i prodotti in base a quello che volevo correggere di me (ai limiti del possibile certo 🙂 ), ovvero la cellulite, la couperose, pelle secchissima in certi punti, seno che si infiacchisce dimagrendo…
Perciò pronti via! Nella fase luna calante punto tutto sulla pelle da pulire ovvero creme, pulizia pelle, ceretta, depurativi, pulizia dei denti se dovete andare dal dentista oppure cercate di dargli un po’ più di occhio in queste giornate; nella fase luna crescente invece bisogna abbellire la pelle perciò 2 volte a settimana metto una maschera per il viso, olii con olii essenziali per tutto il corpo da accompagnare con un massaggio, impacchi ai capelli.
Ho visto dei cambiamenti positivi, pelle morbida e vellutata, pulita con meno punti neri, smagliature meno visibili, meno cellulite, couperose attenuata e capelli più morbidi. Direi che se continuo così fra tre anni potrò raggiungere il mio traguardo vincendo 😀
Take care

L’estate ti aiuta

10-alimenti-dimagrire-estate-744x445
L’estate ti aiuta sì, perchè le persone normali hanno molta più sete rispetto al solito, quelle poco normali invece continuano a non bere, promuove anche la voglia di mangiar meno, fresco, leggero che guarda un po’ corrisponde esattamente a quello che si prova mangiando la frutta.
Con l’estate sono arrivata a pesare 57 kg con quello che a Naturopatia chiamavano Monodieta umida:
Per una depurazione estiva oltre che cercare di bere drenanti e depurativi avevo ridotto il pasto alla sera con le proteine e la verdura con un pasto a base di un solo tipo di frutto o verdura molto nutriente come i kiwi, l’ananas, gli spinaci, le carote quanto ne volevo. In questo modo alleggerivo lo stomaco prima di andare a letto quindi un sonno molto più leggero, ed integravo molti liquidi attraverso il pasto. Questo processo può essere fatto per 2/3 giorni alla settimana a tutti e tre i pasti, in alternativa.
Durante l’estate poi visto il caldo mi ero spostata dal pilates allo yoga che mi è servito molto contro l’ansia.
Se qualcuno volesse sperimentare c’è anche un’altra tecnica che sarebbe il digiuno umido ovvero per un giorno a settimana per un massimo di 3/4 settimane non si mangia ma si beve e basta.
Durante queste diete è normale avere quelle che si chiamano crisi curative ovvero nausea quindi per combattere questo sintomo prendete un cucchiaino di sciroppo d’acero, ma non preoccupatevi che è normale, il vostro corpo si sta disintossicando.
Take care

Voglio di meno!

donna davanti al mare
Parliamo di perdere peso 🙂
Io sono alta 1,57 (altissima) e ora peso 53 kg che per me va bene, ero arrivata a pesare anche 49 ma avevo 20 anni e sinceramente non mi piacevo tantissimo perchè sembravo più consumata, e poi sono dell’idea che un po’ di curve sulle donne sono sexy; per arrivare ai miei 27 attuali ho segnato il mio corpo con un sacco di smagliature perchè il mio peso variava anche a seconda dell’amore, dei periodi sì e no (ero arrivata a 66 kg!!!), e adesso che sono riuscita a tornare al mio peso ideale bisogna mantenerlo.
Parto dal principio, da quando dai 66 ho deciso di scendere:
per la mia tesi di laurea avevo trattato l’argomento del Ph alcalino, argomento che ha fatto discutere molti medici e mi ricordo che c’era stato un servizio anche alle Iene che aveva creato molto scompiglio tra la gente, ma non voglio parlare di etica, voglio raccontare i vari miei esperimenti con le diete depurative.
Alla mattina la mia colazione era: 1l di acqua con dentro sali minerali, un cucchiaino di sale integrale, un cucchiaino di bicarbonato di sodio e succo di limone, complesso di vitamine ma in special modo io ho puntato sulla C e sulla D essendo donna, echinaca per alzare le difese immunitarie ed Equiseto per il Calcio, un frullato di verdura (le ricette sul PH alcalino le ho trovate in un libro o su internet, ne trovate svariate).
Durante la mattina bevevo 1,5l di acqua con dentro la Clorofilla, Olea Europea per pulire le arterie sali minerali, e mangiavo una manciata di mandorle o pinoli; la stessa cosa la ripetevo al pomeriggio.
A pranzo e cena mangiavo a volontà verdura di tipo verde e cercavo di seguire le ricette proposte perchè sapavo che era importante cercare di provare un po’ tutti i tipi di verdura per prendere tutte le sostanze nutrizionali che servono all’organismo. Io per esempio non avevo mai cotto il cavolo, o fatto un gazpacho, o la zucca caramellata alla cipolla 🙂 e prima dei pasti integravo l’omega 3 con le perle di olio di pesce.
Alla sera bevevo una tisana depurativa e un bicchiere di acqua col limone.
Ho resistito una settimana, c’è chi lo ha preso come stile di vita ma io non condivido questa idea, però ho sfruttato questa settimana di prova per pulirmi completamente da liquidi e tossine, la mia pelle era idratata e rinvigorita, la cellulite si era ridotta di molto, la pancia sgonfia e mi sentivo l’intestino pulito, e altra cosa avevo perso 6 kg!!!!!
Erano 6 kg di liquidi tengo a precisare e io prendevo anche la pillola quindi diciamo che di sporcizia ce n’era parecchia, ma chi ora sta dicendo: sicuramente li avrà ripresi subito dopo che ha iniziato a mangiare la pasta in verità no! Ho cercato di tenere l’alimentazione il più ordinato possibile spostando i carboidrati nella prima parte della giornata e le proteine nella seconda, la verdura e e la frutta sempre presenti e da allora mi tengo sempre dell’acqua a portata di mano per arrivare ai 2l famosi.
Da qui sono arrivata a 60 Kg ed eravamo a Gennaio….
Visto che poi vorrò toccare vari punti della mia materia voglio puntualizzare che in quel periodo stavo bene, lavoravo come dipendente, ho iniziato ad andare a pilates ed ero single!!!!!
Take care

Dal basso all’alto

proprieta-foglie-di-vite
Qualche hanno fa ho iniziato a vedere un po’ di capillari rotti nelle caviglie e ho pensato: sarà a stare sempre in piedi, ma cosa posso farci? Niente, ma ci hanno pensato i capillari a fare qualcosa per me, ovvero se ne sono solo rotti di più e il mio lavoro non è pesante come quello di prima quindi non era colpa sua. Io ho sempre pensato che bere mi annoiava o di avere ancora un sacco di tempo per prendere provvedimenti, ma mi sono accorta che sbagliavo perchè se vedo già prima dei 30 che il mio corpo sta cambiando e non ha più la stessa elasticità di 10 anni fa allora è il caso di prendere precauzioni da subito e chi invece si sta guardando i capillari rotti e ha ancora più anni di me dovrebbe prendere dei rimedi sin da subito.
Non è un problema di tutti, chiaro, ma almeno il 60% delle donne mi risponde che se li vede, perciò in questi casi si dovrebbe andare col Mirtillo Nero bacche che trovate in pastiglie, tintura, succo, e prendetene tantissimo perchè è un antiossidante, va bene per la vista, per l’apparato urinario, migliora la circolazione e limita la rottura dei capillari; il Mirtillo è un preventivo però, se la circolazione è molto compromessa a questo punto io andrei anche con dell’Amamelide in foglie o l’Ippocastano in gemmoderivato (Aesculus Hippocastanum) e cercate di mettere delle creme rinfrescanti con malva e calendula, non mettete creme che scaldano se no se ne romperanno di più e più velocemente.
A questo problema solitamente di aggiunge il terrore di ogni donna, quello che ogni donna non vorrebbe ammettere mai: le emorroidi. Ne esistono di due tipi: emorragica e non. In caso di emorragia consiglio in tintura o in tisana questo mix di piante: Malva, Achillea, Amamelide, Timo e Calendula da berne anche un litro al giorno. Insieme a questa cura io farei anche una depurazione con l’alimentazione basata su frutta e verdura per almeno 3 giorni per favorire al meglio la circolazione e cercate di bere drenanti e depurativi anche quando il problema è sparito.
Take care

Le sabbie mobili

resize.php
Sono sicura di avere l’approvazione di molte quando dico che con le gambe pesanti non si ha voglia di far niente perchè ci si sente più stanchi, innervositi e ogni cosa che si fa sembra più diffile. Se aggiungete all’acqua Rusco, Centella asiatica, Ginko Biloba, Cipresso frutti e Vite rossa in tintura o in tisana da berne almeno un litro al giorno troverete ottimi riscontri. Chi ha le piastrine basse o prende anticoagulanti dovrebbe evitare il Ginko biloba, chi invece ha carenza di vitamina E, piastrine alte, dermatiti secche, infiammazioni, poca memoria, vertigini e ronzii auricolari dovrebbe premiarlo.
Quando arrivate a casa alla sera fate dello stretching soprattutto alle gambe e cercate di alternare acqua fredda e calda quando fate la doccia, che serve per fare ginnastica vascolare. Promuovete la circolazione anche con tisane depurative a seconda delle vostre esigenze e se avete anche formicolii, mal di testa, stanchezza generale, ansia, nervosismo, tic ai nervi aggiungete del Magnesio da prendere al mattino.
Dopo la doccia se siete abituati a mettervi creme o olii (sarebbe meglio) state un po’ di più sulle gambe quando massaggiate per far assorbire, partite dai piedi e dalle caviglie e poi salite ai glutei, in questo modo sarete di aiuto anche manualmente al linfodreggio e alla circolazione. Se dovete scegliere la crema adatta alle vostre gambe cercate qualcosa di fresco con all’interno della Menta o delle alghe per favorire il microcircolo anche in superficie.
L’Ananas in tutte le forme è un signor drenante quando c’è presenza di cellulite che blocca la circolazione nelle gambe, è un diuretico ed è l’alternativa ideale per chi non può prendere dimagranti come Fucus o Caffè verde.
La costanza è premiata 😀
Take care

Ne è passata di acqua sotto il ponte…

cascatelle_avisio_619_girovagandoLe brave ragazze sono quelle che all’inizio dell’anno si guardano allo specchio e iniziano a pensare cosa si può fare per andare all’estate e iniziano un po’ di trattamenti per la cellulite, i capillari rotti, le smagliature; le cattive ragazze invece dicono che c’è tempo e a Giugno fanno un milione di ricerche per dimagrire 10 kg in due settimane o vanno in erboristeria o farmacia a chiedere se hanno inventato il miracolo e si offendono se la risposta è no.
La cellulite, e non mi stancherò mai di dirlo, è l’effetto che si ha quando non si beve. Il nostro corpo consuma all’incirca 2l di acqua al giorno, per cui devono essere integrati in qualche modo, altrimenti prenderà acqua dai tessuti secondari. L’organismo umano è una macchina eccezzionale, riesce a tamponare tutte le nostre mancanze o sviste per molti anni, e visto che deve lavorare di più chiede gli straordinari giustamente e la prima cosa da sacrificare è la bellezza, ovviamente meno importante della propria soppravvivenza…per alcuni.
La tisana anticellulite che faccio io è a base di Betulla, Centella asiatica, Lavanda fiori, Tiglio alburno e Menta piperita: smuove la circolazione, promuove il drenaggio e favorisce la produzione di cellule nuove che andranno poi a sostituire le vecchie quindi una pelle migliore.
Anche qui ci sono le eccezioni: se con questa tisana avete visto pochi risultati e avete le gambe molto pesanti ancora prendete i gemmoderivati di Sorbus domestica (Sorbo) 50 gocce al mattino, e Castanea vesca (castagno) 50 gocce nel pomeriggio.
Ci sono casi anche più gravi di questo poi e qui sarebbe da riguardare l’alimentazione soprattutto ridurre al minimo le proteine e abbinare una tisana con Betulla, Gramigna, Centella asiatica e Frassino (a meno che non abbiate la gotta non mettetene troppo se no vi abbassa la pressione).
Il drenaggio vi rende belli!!!
Take care

Cucina calda

127478276_49a418e27f_m
Il riferimento alla cucina indiana mi ha ispirato molto nelle mie ricerche sulla depurazione. Solo la Curcuma ha delle proprità sorprendenti!!!!Oltre che metterla nell’alimentazione (ci sono numerose ricette su internet) la metto anche nelle tisane o qualcuno addirittura ne mette un cucchiaino in un bicchiere d’acqua prima dei pasti,e va benissimo per pulire il fegato, per abbassare il colesterolo, gli zuccheri, pulisce il pancreas, la cistifellea (se avete i calcoli prendetene assolutamente in capsule o gocce anche va bene) e tante altre qualità che sono state già sicuramente elencate su internet, ma è davvero sorprendente come una spezia riesca a fare così tante cose. Del cumino ne avevo già parlato nel paragrafo sulla digestione perchè è un ottimo digestivo e sgonfiante, lo si mette anche nel riso, con la carne, io l’avevo messo addirittura in un minestrone.
Quando si cucina si dovrebbe davvero avere uno scomparto spezie e sbizzarrirsi mentre si cucina, in questo modo si avrebbe anche meno bisogno di sale o se proprio usatelo integrale o rosa. Anche erbe come il Rosmarino, la Salvia, il Prezzemolo, Timo, Cannella, Pepe…hanno delle proprietà che potrebbero bilanciare meglio l’alimentazione; la Salvia, il Rosmarino e il Timo li metto nella tisana per tosse e raffreddore, la Salvia viene usata per le vampate di calore, il Prezzemolo è ricco di ferro, e tante altre cose da dire ma che tratterò a seconda degli argomenti.
I chiodi di Garofano avevo menzionato che servivano per fare i risciacqui in bocca quando si hanno le gengive infiammate, ma vanno bene anche per dolori anche denti a causa di carie o post operazioni.
L’Aglio e la Cipolla anche se fanno puzzare l’alito aiutano ad alzare le difese immunitarie, l’Aglio viene usato come antibatterico intestinale, contro bronchiti con catarro, contro il colesterolo, contro il diabete, la diarrea, le intossicazioni da piombo, viene usato come antimicotico, per malattie infettive e anche come tonico per dare energie. A proposito di questo, il primo sciopero nella storia è stato fatto dagli Ebrei in Egitto e il motivo era l’Aglio che non gli veniva più dato.
Detto questo divertitevi a cucinare!!!
Take care

I gemelli dietro le quinte

Romolo_e_remo
Servono due validi reni per pulire il sangue! Ecco perchè se notiamo che andiamo a fare pipì molto poco, facciamo fatica o sentiamo fastidio, se ha un colore che tende più al giallo concentrato o quasi arancio, dobbiamo ricorrere ai diuretici se no faranno una fatica immensa anche se son due e le conseguenze non sono per niente carine.
Per una pulizia ai reni coi fiocchi l’ideale sarebbero Betulla foglie, Finocchio frutti, Equiseto fusti, Ortica foglie e Gramigna rizoma.
In caso di calcoli renali consiglio Gramigna, Mays stigmi, Betulla, Tarassaco, Carciofo, Verga d’oro (se fate la tisana si possono aggiungere Finocchio, Liquirizia e Menta per aggiustare il sapore).
Mi sono capitati anche casi di cistite soprattutto nelle donne, ma anche negli uomini, e in questi casi aggiungerei Malva foglie e fiori per sfiammare (se avete una cistite in corso bevetevi un litro di Malva e Uva orsina foglie al giorno e poi continuate con Malva da sola per qualche giorno ancora) e Timo foglie come antibatterico. Nelle donne è facile avere la cistite se si beve poco e di conseguenza se non si ha un intestino regolare, quindi per evitare che vi torni in futuro questa tortura osservate questi consigli, e se sentite i primi bruciori non fate finta di niente!!!!
Come dicevo, nelle donne potrebbe essere un po’ colpa del nostro intestino (nostra prima di lui 😉 ), se ci sono fastidi o dolori anche alla pancia oltre che bruciori alternati quando si fa pipì provate a prendere anche il Mirtillo rosso (il gemmoderivato Vaccinium vitis idaea è migliore).
Gli uomini che hanno bruciori potrebbero avere sì una cistite ma per sicurezza farei controllare la prostata, che se infiammata serve la Serenoa.
Take care

Un bacio piccolissimo…

BACIO1-Copia
L’alito cattivo può avere varie provenienze:
– cattiva digestione
– intestino non regolare
– fegato intossicato
e questi abbiamo già visto come risolverli, però ci sono anche rimedi aggiuntivi per avere effetti immediati come per esempio la Propoli e i semi Carvi sono indicatissimi.
Con il fegato infiammato solitamente si infiammano anche le gengive e di conseguenza l’alito cattivo arriva. Fatevi dei risciacqui con l’olio essenziale di Tea Tree e Chiodi di Garofano o un collutorio a base di Aloe o Propoli con olii essenziali dopo esservi passati il filo interdentale 😉
In questi casi sarebbe meglio pulire anche i reni per sicurezza quindi delle belle tisane diuretiche male non vi faranno, a base di Betulla foglie, Gramigna rizoma e Finocchio frutti.
Take care

La pelle parla del nostro stile di vita

maldiveLe dermatiti sono l’argomento dove la gente scivola un po’ di più perchè ne ho sentite di tutti i colori quindi ora spiegherò cosa si deve fare in caso di pruriti,rossori,eczemi,psoriasi e altre dermatiti e perchè ne sto parlando nella sezione depurazione.
Non tutti sanno che la pelle parla un po’ del nostro stile di vita, del nostro intestino e del nostro fegato, quindi se avete una dermatite dovete anche valutare una disintossicazione con Tarassaco o Cardo Mariano o Fumaria sicuramente (se avete un problema di glicemia alta aggiungete la Bardana radice), e se avete un intestino poco regolare aggiungere qualcosa anche per quello (avevo già parlato in precedenza dell’intestino e cosa usare nei vari casi).
Nei casi più specifici, dal dermatologo, la maggior parte delle volte, vi diranno che avete una dermatite atopica ma bisogna guardare più nello specifico. Mi sono capitate molte persone che avevano prurito alternato a rossore a volte solo a chiazze,foruncoletti o pelle “effetto grattuggia”, qui il problema è che la pelle è poco idrata quindi bere molto di più e prendere una buona crema che idrati per davvero come all’olio d’oliva e cercate di prenderle in erboristeria. Vedrete che se bevete con costanza 2l di acqua al giorno la vostra pelle sarà sempre meno secca e molto più luminosa. In caso di vero e proprio eczema secco o psoriasi io farei l’aggiunta del gemmoderiato del Platano (Platanus orientalis) e come cura esterna l’olio di Oenothera nel primo caso, e Aloe gel o crema/shampoo a base di Propoli nel secondo.
Se invece c’è eczema umido o acne la cura migliore la trovate con il trio di gemmoderivati presi in sequenza: Ulmus Campestris (Olmo) 30 gocce in acqua prima di colazione, Juglans Regia (Noce) 30 gocce prima di pranzo e Platanus Orientalis 30 gocce prima di cena. Un altro consiglio è di pulire la pelle semplicemente con detergenti specifici solo due volte a settimana (usate latte detergente e tonico tutti i giorni) ed evitare scrub frequenti (una volta al mese è sufficiente). A proposito di questa combinazione, una persona una volta mi ha fatto presente che andava in bagno una volta di più, ecco, è normale perchè anche la pelle viene pulita attraverso l’intestino.
Un ottimo modo di idratare e pulire la pelle dall’interno se qualche donna volesse aggiungere un effetto antirughe potrebbe andare sulle perle di olio di Borraggine, ricca di omega 5,da alternare alle perle di olio di Oenothera,ricca di omega 6.
Visto che il problema della maggior parte delle persone è bere il consiglio è quello di impostarsi il modo di arrivare a 2l, per esempio: alla mattina potete bere una tisana depurativa o prepararne mezzo litro da bere durante la mattinata, un mezzo litro di Centella Asiatica che per il drenaggio va benissimo da bere entro le 17, una tisana prima di dormire, e durante i pasti bevete la vostra acqua normale. Avrete bevuto senza accorgervene!
Take care