Messaggio più recente

La malattia moderna

images
Depressione, ansia, attacchi di panico e tutta la compagnia a seguito sono quelle che vengono chiamate malattie modorne (in realtà sono sempre esistite ma ora ci sono molti più casi). Chi non dorme di notte, chi si sente teso, chi si sente il peso sul petto, insomma questa ansia mista depressione si manifesta in vari modi e in vari stadi.
Le erbe tipicamente rilassanti che uso io per una buona tisana rilassante alla sera é per una dose da 70g: 15g di Biancospino, 15g di Escolzia, 15g di Meliloto, 5g di Menta piperita, 10g di Passiflora e 10g di Tiglio. Vi assicuro che con questa vi addormenterete subito e al mattino sarete molto riposati e non rimbambiti come potrebbe fare la Valeriana, e questo perchè la maggior parte delle erbe che ci sono dentro rilassano la muscolatura e quindi contribuiscono a scioglere un po’ delle vostre tensioni giornaliere, ma ovviamente questa è una tisana da fare alla sera, il problema per la maggior parte delle persone che soffrono d’ansia da parecchio tempo è che si presenta anche durante il giorno, ad alcuni addirittura già alla mattina hanno degli attacchi di panico. In questo caso ci sono due frazioni: chi vuole puntare sui fiori di Bach e chi vuole provare le tecniche erboristiche. Io personalmente credo in entrambe le cure ma non tutti sono portati per l’una e per l’altra, e già lo dice il cliente cosa vuole, chi ha sentito parlare dei fiori di Bach e si mostra interessato e curioso si può fare un colloquio per capire quali sono esattamente le origini delle sue ansie e paure, ovviamente bisogna saperne sull’argomento se no si possono fare più danni che altro; le altre persone invece chiedono solo un semplice rimedio e sono persone chiuse, che non mostrano l’origine del loro problema.
Passiflora, Escolzia, Tiglio, Biancospino sono piante che rilassano la muscolatura e aiutano a prevenire gli attacchi di panico quindi in piccole dosi possono essere prese anche durante il giorno prima o lontano dai pasti, volendo potete aggiungere alla vostra dose pomeridiana/serale dell’Iperico se siete giù di morale e un po’ depressi. Per gli attacchi di panico vi consiglio l’Emergency Remedy o Rescue Remedy con i fiori di Bach da portarvi dietro durante il giorno e da prendere in caso di emergenza se siamo in un momento di forte ansia o sentiamo che sta per arrivare un attacco di panico, 4 gocce sotto la lingua, anche ogni quarto d’ora se è necessario.
Mi sento di dare un consiglio in più che potrebbe risolvere il problema della tensione soprattutto alla sera quando ne avete tanta: mettetevi sdraiati, sul letto, sul divano, per terra o anche seduti a gambe incrociate con la schiena dritta e iniziate a fare dei respiri profondi, più ne fate più diventano profondi. Siete concentrati solo sul vostro respiro con la mano destra sul petto e la sinistra sulla pancia sentite che inspirando si alza la pancia e poi il petto, sentite le spalle che si allargano e l’aria che riempie tutti i vostri polmoni, espirate abbassando prima il petto e poi la pancia. Le prime volte vi sembrerà molto innaturale come respirazione e potreste avere qualche giramento di testa ma se fatto tutti i giorni migliorerà e vorrete farlo molto più spesso, quando ne sentirete il bisogno. Questo esercizio distende bene tutti i muscoli della gabbia toracica e della pancia, come se fossero degli addominali molto leggeri, libera le tossine ristagnate, rilassano la muscolatura contratta che di solito impedisce di respirare a pieni polmoni, e stimola il cervello a rilassare il resto della muscolatura nel corpo. Questo è un semplice esercizio base di Yoga che può essere fatto anche alla mattina appena svegli, in qualsiasi momento della giornata in cui siete un attimo da soli, anche in bagno, vi aiuterà a gestire lo stress e le emozioni legate ad esso, ma dovete farlo con costanza e ripeto non prendetevi male se la prima volta non vi sentite a vostro agio, significa che il vostro corpo sta cambiando, si sta rilassando per davvero. Vi aggiungo una musichetta per rilassarvi meglio prima di dormire: musica rilassante per la sera.
Take care

Sfatiamo il mito dell’Aloe

Aloe_polyphylla_Spiral_Aloe_9302.pg
Stamattina una cliente mi ha ispirato a scrivere una volta per tutte i veri benefici dell’Aloe che sono diversi da quello che si scrive su Internet di solito pur di venderlo a bidoni. Con questo non voglio assolutamente declinare l’Aloe come pianta, anzi vorrei che venisse utilizzata per i giusti benefici perchè non è una pianta che va bene per tutti, come tante altre del resto, ma questa in particolare è stata oggetto di tante discussioni e non tutte le cose che sono state dette sono vere.
Io consiglio l’Aloe Barbadensis a chi ha problemi all’apparato digestivo, ovvero forte reflusso gastrico, ernia iatale, gastrite, intestino non regolare, infiammazioni anche articolari; l’Aloe Arborescens già all’occhio si differenzia perchè meno “acquosa” ed è ricca di sali minerali e vitamine A,C,E quindi un ottimo antiossidante, ecco perchè viene consigliata alle persone che stanno affrontando una chemio o radioterapia per togliere la sensazione di nausea e tonifica l’organismo dando i giusti nutrienti alle cellule del nostro corpo e depurarle.
Con questo sfato il mito che l’Aloe fa dimagrire, che ti depura da capo a piedi, che abbassa colestorolo, glicemia, o che addirittura cura i tumori, quello che viene detto dai media, ricordatevi sempre di prenderlo con le pinze e soprattutto chiedete ad un esperto in materia di fiducia, non all’amica (a meno che non lo faccia di lavoro o ha studiato le piante officinali), non a internet, perchè ricordatevi che i media parlano alla massa, non alla persona singola e ognuno di noi non fa parte di uno stormo che gira dove girano tutti gli altri, dobbiamo fare le nostre esperienze per capire cosa dice il nostro organismo, che è diverso da quello di tutti gli altri. Se fossimo tutti uguali…sai che noia!
Prendetelo sempre puro, o misto con frutti antiossidanti più che altro per il saporaccio, oppure diluitelo con del succo di mela puro, concentrato al 100% e soprattutto prendete il succo, non la polvere (che è principalmente solo lassativa), non le bustine monodose, prendete il succo della foglia che vendono nei bottiglioni da 1l solitamente, e mettetelo in frigo una volta aperto, attenzione però che dura un mese quindi fatelo con costanza fino alla fine della bottiglia e poi fate 1 settimana o 10 giorni senza prenderlo per vedere come sta reagendo il vostro organismo, se avete ancora disturbi fate un altro ciclo. Se avete infiammazioni o intestino poco regolare prendetelo seguendo le istruzioni alla mattina prima di colazione e la sera prima di coricarsi, se lo prendete per la digestione un misurino prima dei pasti e correggete l’alimentazione.
Questo era per la parte interna, per la parte esterna esiste il gel che sarebbe poi il gel contenuto dentro la foglia, che ha forti proprietà cicatrizzanti e rigenerative delle cellule, infatti il gel lo potete mettere su ferite, infezioni, infiammazioni o dermatiti cutanee, punture di insetti, scottature anche da sole, rossori anche nei bambini, smagliature, acne, capillari rotti, piedi screpolati, post rasatura, NON aiuta a far sparire la cellulite quindi per quello andate su qualcosa di meglio, o bevete di più, o fate più movimento, o tutte e tre le cose insieme se avete fretta 😉
Quindi, ora sappiamo cosa fa e cosa non fa, e direi che anche se è meno di quello che si credeva direi che fa lo stesso un gran lavoro per noi questa pianta, di tutto rispetto lo stesso!
Take care

Le stelle riempiono il cielo…

stelle
… e gli olii essenziali danno vita ai nostri olii. Partiamo dal basso per arrivare all’alto proprio come dovrebbe essere la cura del nostro corpo.
Per i piedi molto screpolati chiaramente state sull’Olio di Germe di Grano o Olio di Ricino e metteteci dentro l’olio essenziale di Limone per rimuovere le cellule morte.
Per il corpo, se avete una pelle normale puntate sul Geranio, Gelsomino e Lavanda ( o Sandalo se avete la pelle un pochino più secca), se invece avete una pelle che tende a screpolarsi puntate su Camomilla, Cipresso, Geranio, Lavanda, Neroli, Sandalo, Mirra e Benzoino. Per le pelli o i punti un po’ grassi andate sull’opposto citrino Bergamotto, Cipresso e Geranio.
Limone e Menta piperita aiutano a pulire se avete zone con punti neri.
Nelle zone da rassodare come seno, braccia e interno coscie abbondate col Patchouly e Ylang-Ylang.
Se invece il vostro problema è la cellulite, o le gambe gonfie, potete usare come base un olio di Mandorle dolci e dentro non devono mancare Rosmarino e Lavanda sicuramente, poi potete aggiungere anche poco Tea Tree, Timo, Salvia e anche se volete del Geranio, Cipresso, Mandarino, Limone e Pompelmo.
Salendo poi al viso, per le pelli normali e secche mettete sempre Geranio e Gelsomino, ma se avete della couperose usate Camomilla, Neroli, e se non è troppo cara la Rosa. L’aggiunta dell’antirughe poi la fanno i caldi Incenso, Mirra, Neroli e Sandalo.
La pelle con acne va trattata in modo più delicato perchè si deve disinfettare quindi un po’ di Tea Tree non guasta mai, Bergamotto, Cedro, Patchouly, Geranio, Rosmarino e Timo in aggiunta; se il vostro acne sono foruncoli invece vi bastano Bergamotto, Lavanda, Camomilla e Tea Tree.
Arriviamo poi ai capelli infine, a parer mio il Rosmarino è l’olio essenziale per eccellenza perchè stimola la circolazione a livello del cuoio capelluto, previene la caduta e ammorbidisce il capello, se avete irritazioni o dermatiti aiuta a sfiammare e aiuta contro la forfora; se gradite ovviamente potete aggiungere anche altri olii come Menta per la circolazione e la forfora, Geranio, Lavanda, Camomilla e Salvia per i capelli secchi e fragili, Tea Tree e Limone per capelli grassi.
Per fare i vostri olii misti mettete all’incirca 30/50 gocce di olii essenziali in 100ml di olio base e lasciatelo riposare per almeno un giorno intero perchè si mischino bene, poi teneli sempre un po’ shakerati prima di usarli.
Take care

Ognuno brilla di luce propria

BeFunky_luce_a.jpg
Se dentro siamo puliti allora fuori riusciamo a vederlo perchè la nostra pelle lo mostra. Dopo la depurazione e la pulizia nelle due settimane di luna calante iniziamo con i “ritocchi” con la luna crescente quindi chi si deve fare la tinta, mettersi lo smalto, lo faccia proprio durante questo periodo per avere un effetto più duraturo e vi assicuro che la tinta avrà più intensità. In questo periodo solitamente io sostituisco le creme con gli olii da abbinare ai vari olii essenziali a seconda della parte del corpo. Innanzi tutto se dovete comprare un olio cercate sempre di comprarlo in erboristeria o dalla vostra estetista o in un negozio specializzato in cosmetica ed è importante che siano spremuti a freddo e puri, e per quanto riguarda gli olii essenziali i migliori sono quelli concentrati al 100%. Ora vi ritroverete davanti a un sacco di tipologie di olii quindi per capire meglio qual’è il vostro ve ne elencherò alcuni e poi sarete voi a scegliere per voi stesse:
– Olio di Argan, è quello più caro di tutti perchè più raro quindi da usare con parsimonia, è indicato per chi ha una pelle molto secca, poco elastica, e per chi desidera anche un effetto antirughe soprattutto per il periodo estivo come doposole per esaltare anche la vostra abbronzatura.
– Olio di Avocado, più abbordabile come prezzo e quello che preferisco, idrata le pelli secche, anche quelle dei bambini, è ricco infatti di antiossidanti, ed è un preventivo delle rughe. Io lo consiglio più per il periodo invernale.
– Olio di Borragine e Olio di Oenothera, ottimi antirughe soprattutto per il contorno occhi (io addirittura uso l’Olio di Borragine per il seno perchè tonifica), vanno bene per le pelli secche anche ma questi sono olii che vanno bene soprattutto per chi ha dermatiti, infiammazioni e acne.
– Olio di Cocco, tipicamente estivo ma va bene ovviamente anche il resto dell’anno, lo consiglio per la pulizia del corpo e viso, se lo mischiate con lo zucchero di canna potete ricavarne addirittura uno scrub corpo, per il viso meglio il bicarbonato di sodio.
– Olio di Crusca di Riso, forte antiossidante con la sua vitamina E, contrasta l’invecchiamento della pelle, idrata ed è consigliato in menopausa per le sue proprietà antinfiammatorie e per chi ha i capillari rotti.
– Olio di Germe di Grano, un altro signor vitamina E, indicato per le pelli molto screpolate, che si squamano, soprattutto in estate quando la pelle si può rovinare di più, per eczemi secchi, e addirittura come siero antirughe prima di andare a letto o metterne uno strato più abbondante per fare una maschera nutriente viso da togliere dopo circa 20 minuti.
– Olio di Jojoba, antirughe, nutriente, contro infiammazioni, dermatiti, anche per pelli grasse e con acne, io lo utilizzo e l’ho consigliato a delle clienti per il suo effetto rassodante.
– Olio di Lino, l’antinfiammatorio per eccellenza, usatelo per capillari rotti o se avete infiammazioni articolari con un bel massaggio.
– Olio di Mandorle, lo conoscono tutti, è idratante ma soprattutto elasticizzante della pelle, infatti lo consiglio a chi ha smagliature e alle donne incinte.
– Olio di Rosa Mosqueta, come l’Argan abbastanza caro, ma il prezzo è sicuramente compensato dalle sue qualità , è infatti ricco di vitamina A, contrasta l’invecchiamento della pelle ed è molto importante per la preparazione al sole per donare un’abbronzatura omogenea.
– Olio di Ricino, non è solo lassativo, io lo uso per i capelli perchè è un ottimo rigenerante, mi ha aiutato a tenere sotto controllo la secchezza dei capelli, la caduta, sono più lucidi e forti e crescono più velocemente. Lo consiglio a chi ha poche ciglia anche o chi ce le ha molto deboli, e per chi ha le unghie che si spezzano
– Olio di Sesamo, mettetelo come doposole se vi siete scottati e anche perchè contiene vitamina A, indicato per le pelli mature e anche per le infiammazioni sia interne che esterne, anche per acne.
Tutti questi olii che ho elencato sono quelli che consiglio solitamente e in base alle loro caratteristiche deciderete quale sarà il più indicato per voi e le vostre esigenze. Metteteli sempre con un bel massaggio e per non consumarne troppo mettetelo subito dopo la doccia quando avete ancora la pelle bagnata, partite dal basso per andare verso l’alto per aiutare sempre la vostra circolazione, soprattutto a fine giornata.
Gli olii possono essere usati anche per i capelli, io lo metto alla sera spalmandolo bene aiutandomi con la spazzola e lavo i capelli al mattino, altrimenti potete anche metterlo per 15 min sulla lunghezza e sulle punte prima dello shampoo, chiaramente più lo tenete su meglio è.
Take care

Le donne divise in 3

mango.1200x900
Mi è stato chiesto più volte consiglio per quanto riguarda o una crema viso, un latte detergente, una crema corpo, e per prima cosa chiedo sempre che tipo di pelle ha, successivamente se ci sono dermatiti, macchie o allergie alla pelle, e in ultimo che cosa vorrebbero da una crema o prodotto.
Per le pelli molto secche:
alla mattina quando vi svegliate lavatevi il viso solo con l’acqua e tamponate con l’asciugamano. Passate su un batuffolo di cotone il tonico sul viso facendo dei movimenti delicati e circolari, intorno agli occhi, anche su collo e decolté. Il tonico dovrà essere indicato per pelli sensibili come alla Calendula o alla Camomilla, se avete couperose cercate Rosa pallida, Ippocastano o Tiglio oppure se cercate un effetto antirughe andate sul tonico all’Acido Ialuronico.
Mettete una crema viso, bella nutriente se avete la pelle secca, con acido ialuronico se volete l’antirughe o delicata per couperose, e fate un massaggio leggero a viso e collo.
Chi non si trucca come me, mettete un po’ di cipria sul viso per proteggerlo dall’inquinamento.
Alla sera prima di fare la doccia potete farvi un scrub, non tutte le sere però, mi raccomando usatene uno per il viso delicato e uno forte per il corpo.
Dopo la doccia mettete le vostre creme corpo, consiglio di usarne una specifica seno per dare migliori risultati ed è meno aggressiva, il viso lavatelo con un detergente delicato e passate il latte e tonico sempre con movimenti circolari su viso, collo e decoltè. La scelta del latte detergete può essere nutriente alle mandorle dolci o delicato al tiglio.
Per le pelli miste:
stesso procedimento ma cercate di non prendere creme troppo nutrienti, cercate qualcosa di fluido e leggero come alla malva o aloe, che vanno bene come sottotrucco, chi vuole l’antirughe prendetene una fluida, non troppo pastosa.
Per le pelli grasse e con acne:
accompagnate sempre la vostra quotidiana pulizia del viso anche con una cura interna e un riguardo all’alimentazione in questo caso; per lavarvi il viso non usate troppi prodotti aggressivi o comunque usateli solo due volte a settimana, preferite un detergente al sapone di marsiglia con olii essenziali e riducete gli scrub a una volta al mese, prendete latte e tonico specifici. Una buona crema in caso di acne è a base di Timo che lavora come antibatterico, non usate fondotinta, preferite creme colorate con su un po’ ci cipria, terra e fard, o usate un fondotinta minerale, dovete lasciar respirare la pelle il più possibile. Quando c’è la bella stagione mettetevi al sole per asciugarla.
Un consiglio per le mani: mettetevi la crema sia al mattino che alla sera, morbide fanno la differenza.
Take care

Guarda che Luna!

Luna-Llena
Odio ammettere che per quanto riguarda l’estetica sono sempre stata pigra, sono nata fortunata che non ho mai avuto problemi come acne, però come mi hanno detto: chi arriva bella dopo i 30 ha vinto, dopo i 40 stravinto, e via dicendo, quindi devo impegnarmi ad arrivare ai 30 con meno rughe possibili, la pelle pulita, i capelli decenti…insomma un po’ come andare alla notte degli Oscar.
Punto numero uno COSTANZA!!!!
Punto numero due bere, e integrate dei depurativi.
Punto numero 3 frutta a volontà fuori pasto.
Come cura esterna un po’ ho seguito dei consigli di una cara amica, che trovate le sue info qui https://www.facebook.com/Pikka-Make-Up-1539245503028656/?fref=ts se volete, o dalla mia estetista o alcune mie ricerche.
Innanzi tutto ho seguito il calendario lunare di bellezza per trovare la costanza nelle cose e quindi ho diviso il mese in due fasi: luna calante e luna crescente, in modo da tale che se anche ho poco tempo riesco ad utilizzare diversi prodotti per nutrire al meglio la pelle.
Io ho una pelle mista quindi ho cercato prodotti adatti al mio tipo di pelle e naturalmente lavorando in erboristeria li ho presi da me per essere sicura che funzionino e poi ho cercato i prodotti in base a quello che volevo correggere di me (ai limiti del possibile certo 🙂 ), ovvero la cellulite, la couperose, pelle secchissima in certi punti, seno che si infiacchisce dimagrendo…
Perciò pronti via! Nella fase luna calante punto tutto sulla pelle da pulire ovvero creme, pulizia pelle, ceretta, depurativi, pulizia dei denti se dovete andare dal dentista oppure cercate di dargli un po’ più di occhio in queste giornate; nella fase luna crescente invece bisogna abbellire la pelle perciò 2 volte a settimana metto una maschera per il viso, olii con olii essenziali per tutto il corpo da accompagnare con un massaggio, impacchi ai capelli.
Ho visto dei cambiamenti positivi, pelle morbida e vellutata, pulita con meno punti neri, smagliature meno visibili, meno cellulite, couperose attenuata e capelli più morbidi. Direi che se continuo così fra tre anni potrò raggiungere il mio traguardo vincendo 😀
Take care

L’estate ti aiuta

10-alimenti-dimagrire-estate-744x445
L’estate ti aiuta sì, perchè le persone normali hanno molta più sete rispetto al solito, quelle poco normali invece continuano a non bere, promuove anche la voglia di mangiar meno, fresco, leggero che guarda un po’ corrisponde esattamente a quello che si prova mangiando la frutta.
Con l’estate sono arrivata a pesare 57 kg con quello che a Naturopatia chiamavano Monodieta umida:
Per una depurazione estiva oltre che cercare di bere drenanti e depurativi avevo ridotto il pasto alla sera con le proteine e la verdura con un pasto a base di un solo tipo di frutto o verdura molto nutriente come i kiwi, l’ananas, gli spinaci, le carote quanto ne volevo. In questo modo alleggerivo lo stomaco prima di andare a letto quindi un sonno molto più leggero, ed integravo molti liquidi attraverso il pasto. Questo processo può essere fatto per 2/3 giorni alla settimana a tutti e tre i pasti, in alternativa.
Durante l’estate poi visto il caldo mi ero spostata dal pilates allo yoga che mi è servito molto contro l’ansia.
Se qualcuno volesse sperimentare c’è anche un’altra tecnica che sarebbe il digiuno umido ovvero per un giorno a settimana per un massimo di 3/4 settimane non si mangia ma si beve e basta.
Durante queste diete è normale avere quelle che si chiamano crisi curative ovvero nausea quindi per combattere questo sintomo prendete un cucchiaino di sciroppo d’acero, ma non preoccupatevi che è normale, il vostro corpo si sta disintossicando.
Take care

Voglio di meno!

donna davanti al mare
Parliamo di perdere peso 🙂
Io sono alta 1,57 (altissima) e ora peso 53 kg che per me va bene, ero arrivata a pesare anche 49 ma avevo 20 anni e sinceramente non mi piacevo tantissimo perchè sembravo più consumata, e poi sono dell’idea che un po’ di curve sulle donne sono sexy; per arrivare ai miei 27 attuali ho segnato il mio corpo con un sacco di smagliature perchè il mio peso variava anche a seconda dell’amore, dei periodi sì e no (ero arrivata a 66 kg!!!), e adesso che sono riuscita a tornare al mio peso ideale bisogna mantenerlo.
Parto dal principio, da quando dai 66 ho deciso di scendere:
per la mia tesi di laurea avevo trattato l’argomento del Ph alcalino, argomento che ha fatto discutere molti medici e mi ricordo che c’era stato un servizio anche alle Iene che aveva creato molto scompiglio tra la gente, ma non voglio parlare di etica, voglio raccontare i vari miei esperimenti con le diete depurative.
Alla mattina la mia colazione era: 1l di acqua con dentro sali minerali, un cucchiaino di sale integrale, un cucchiaino di bicarbonato di sodio e succo di limone, complesso di vitamine ma in special modo io ho puntato sulla C e sulla D essendo donna, echinaca per alzare le difese immunitarie ed Equiseto per il Calcio, un frullato di verdura (le ricette sul PH alcalino le ho trovate in un libro o su internet, ne trovate svariate).
Durante la mattina bevevo 1,5l di acqua con dentro la Clorofilla, Olea Europea per pulire le arterie sali minerali, e mangiavo una manciata di mandorle o pinoli; la stessa cosa la ripetevo al pomeriggio.
A pranzo e cena mangiavo a volontà verdura di tipo verde e cercavo di seguire le ricette proposte perchè sapavo che era importante cercare di provare un po’ tutti i tipi di verdura per prendere tutte le sostanze nutrizionali che servono all’organismo. Io per esempio non avevo mai cotto il cavolo, o fatto un gazpacho, o la zucca caramellata alla cipolla 🙂 e prima dei pasti integravo l’omega 3 con le perle di olio di pesce.
Alla sera bevevo una tisana depurativa e un bicchiere di acqua col limone.
Ho resistito una settimana, c’è chi lo ha preso come stile di vita ma io non condivido questa idea, però ho sfruttato questa settimana di prova per pulirmi completamente da liquidi e tossine, la mia pelle era idratata e rinvigorita, la cellulite si era ridotta di molto, la pancia sgonfia e mi sentivo l’intestino pulito, e altra cosa avevo perso 6 kg!!!!!
Erano 6 kg di liquidi tengo a precisare e io prendevo anche la pillola quindi diciamo che di sporcizia ce n’era parecchia, ma chi ora sta dicendo: sicuramente li avrà ripresi subito dopo che ha iniziato a mangiare la pasta in verità no! Ho cercato di tenere l’alimentazione il più ordinato possibile spostando i carboidrati nella prima parte della giornata e le proteine nella seconda, la verdura e e la frutta sempre presenti e da allora mi tengo sempre dell’acqua a portata di mano per arrivare ai 2l famosi.
Da qui sono arrivata a 60 Kg ed eravamo a Gennaio….
Visto che poi vorrò toccare vari punti della mia materia voglio puntualizzare che in quel periodo stavo bene, lavoravo come dipendente, ho iniziato ad andare a pilates ed ero single!!!!!
Take care

Dal basso all’alto

proprieta-foglie-di-vite
Qualche hanno fa ho iniziato a vedere un po’ di capillari rotti nelle caviglie e ho pensato: sarà a stare sempre in piedi, ma cosa posso farci? Niente, ma ci hanno pensato i capillari a fare qualcosa per me, ovvero se ne sono solo rotti di più e il mio lavoro non è pesante come quello di prima quindi non era colpa sua. Io ho sempre pensato che bere mi annoiava o di avere ancora un sacco di tempo per prendere provvedimenti, ma mi sono accorta che sbagliavo perchè se vedo già prima dei 30 che il mio corpo sta cambiando e non ha più la stessa elasticità di 10 anni fa allora è il caso di prendere precauzioni da subito e chi invece si sta guardando i capillari rotti e ha ancora più anni di me dovrebbe prendere dei rimedi sin da subito.
Non è un problema di tutti, chiaro, ma almeno il 60% delle donne mi risponde che se li vede, perciò in questi casi si dovrebbe andare col Mirtillo Nero bacche che trovate in pastiglie, tintura, succo, e prendetene tantissimo perchè è un antiossidante, va bene per la vista, per l’apparato urinario, migliora la circolazione e limita la rottura dei capillari; il Mirtillo è un preventivo però, se la circolazione è molto compromessa a questo punto io andrei anche con dell’Amamelide in foglie o l’Ippocastano in gemmoderivato (Aesculus Hippocastanum) e cercate di mettere delle creme rinfrescanti con malva e calendula, non mettete creme che scaldano se no se ne romperanno di più e più velocemente.
A questo problema solitamente di aggiunge il terrore di ogni donna, quello che ogni donna non vorrebbe ammettere mai: le emorroidi. Ne esistono di due tipi: emorragica e non. In caso di emorragia consiglio in tintura o in tisana questo mix di piante: Malva, Achillea, Amamelide, Timo e Calendula da berne anche un litro al giorno. Insieme a questa cura io farei anche una depurazione con l’alimentazione basata su frutta e verdura per almeno 3 giorni per favorire al meglio la circolazione e cercate di bere drenanti e depurativi anche quando il problema è sparito.
Take care

Le sabbie mobili

resize.php
Sono sicura di avere l’approvazione di molte quando dico che con le gambe pesanti non si ha voglia di far niente perchè ci si sente più stanchi, innervositi e ogni cosa che si fa sembra più diffile. Se aggiungete all’acqua Rusco, Centella asiatica, Ginko Biloba, Cipresso frutti e Vite rossa in tintura o in tisana da berne almeno un litro al giorno troverete ottimi riscontri. Chi ha le piastrine basse o prende anticoagulanti dovrebbe evitare il Ginko biloba, chi invece ha carenza di vitamina E, piastrine alte, dermatiti secche, infiammazioni, poca memoria, vertigini e ronzii auricolari dovrebbe premiarlo.
Quando arrivate a casa alla sera fate dello stretching soprattutto alle gambe e cercate di alternare acqua fredda e calda quando fate la doccia, che serve per fare ginnastica vascolare. Promuovete la circolazione anche con tisane depurative a seconda delle vostre esigenze e se avete anche formicolii, mal di testa, stanchezza generale, ansia, nervosismo, tic ai nervi aggiungete del Magnesio da prendere al mattino.
Dopo la doccia se siete abituati a mettervi creme o olii (sarebbe meglio) state un po’ di più sulle gambe quando massaggiate per far assorbire, partite dai piedi e dalle caviglie e poi salite ai glutei, in questo modo sarete di aiuto anche manualmente al linfodreggio e alla circolazione. Se dovete scegliere la crema adatta alle vostre gambe cercate qualcosa di fresco con all’interno della Menta o delle alghe per favorire il microcircolo anche in superficie.
L’Ananas in tutte le forme è un signor drenante quando c’è presenza di cellulite che blocca la circolazione nelle gambe, è un diuretico ed è l’alternativa ideale per chi non può prendere dimagranti come Fucus o Caffè verde.
La costanza è premiata 😀
Take care