10 modi per vincere lo stress
Per quanto una persona possa svegliarsi bene alla mattina è normale andare incontro a stress non cercato e soprattutto non voluto, e quello chiaramente non lo possiamo eliminare, ma possiamo gestirlo.
Come parte una giornata chiaramente influenza già il 50% di come noi ci approcceremo alle ore seguenti, magari andando al lavoro, a fare commissioni, a scuola, ecc, quindi vi esporrò qualche tecnica molto semplice che potete provare senza grossi impegni.
1: Alla mattina cercate di alzarvi subito dal letto. Quando ci svegliamo il nostro corpo ha delle tossine da eliminare, che ha accumulato tutta notte, quindi alzarsi in piedi senza poltrire tanto tempo nel letto aiuta a non rimettere in circolo queste tossine. Molte di queste si trovano nell’urina perciò è importante far subito pipì quando ci si sveglia; l’urina contiene anche ammoniaca per cui è fondamentale che questa esca dal nostro corpo il prima possibile, o potrebbe danneggiare le cellule. Meno tossine e prodotti di scarto in circolo ci fa sentire meno stanchi, meno pesanti e un po’ più di buon umore per affrontare l’inizio della giornata, ma soprattutto portiamo rispetto al nostro organismo che ha lavorato tutta notte.
2: Un leggero movimento al mattino elimina ancora più tossine, non serve che facciate grandi cose, basta anche solo dello stretching e lavorare sulla respirazione. Vi lascio un video esempio di alcune posizioni e respirazioni usate a Yoga per partire bene alla mattina.
3: Mangiare frutta e carboidrati al mattino, da la giusta carica e riporta gli zuccheri ad un buon livello, così da avere energia sufficente per partire con la nostra vita di tutti i giorni. Il calo degli zuccheri può dare una percezione diversa di come vediamo o affrontiamo i nostri problemi, infatti è importante fare degli spuntini a metà mattinata e pomeriggio con della frutta secca.
4: Escolzia e Biancospino, in dosaggi bassi chiaramente, aiutano a prevenire tachicardia e tensione muscolare che si potrebbero presentare durante il giorno. Volendo potete accoppiarli con i fiori di Bach da prendere nei casi di forte stress, direttamente sotto la lingua.
5: La respirazione è fondamentale anche mentre siamo impegnati. A volte senza pensarci tratteniamo il respiro, oppure respiriamo con la bocca, o troppo velocemente, così facendo mandiamo già un segnale al nostro corpo ovvero che siamo in stato di tensione, anche se mangari non lo siamo realmente, quindi nel caso in cui dovesse poi arrivare davvero un momento di stress reale saremo più portati a reagire male.
Per controllare la respirazione e calmare l’ansia potete fare un esercizio molto semplice, magari vi isolate un attimo per stare con voi stessi, vi sedete (non fatelo in macchina!!!!) e inizate a contare i secondi del vostro respiro, aumentando sempre di più la portata di aria. Partite contando fino a 4 sia inspirando che espirando chiaramente (quindi 4+4), poi aumentate gradualmente 5,6,7,8 per poi tornare indietro. E molto semplice ed è un modo per concentrarvi sul vostro respiro senza pensare in modo diretto al vostro stress.
6: Tenere un diario delle emozioni potrebbe sembrare un cosa un po’ sciocca, ma il gesto di scrivere le nostre sensazioni su un foglio è un modo per farle uscire da noi e buttarle all’esterno senza far del male a qualcuno, quindi una tecnica innocua di non accumulo. Se le lasciate nella testa torneranno sempre indietro, in modi diversi e sempre più intense.
7: Ignorare le tensioni muscolari, aumenta il peso dello stress. Ognuno di noi ha tensioni in modo soggettivo per cui vi lascio degli esercizi base per collo e spalle e per la vostra schiena che sono le parti più frequentemente a rischio accumulo.
8: Prendersi cura del proprio corpo anche esteticamente ci fa apparire più forti anche all’esterno, ma soprattutto ci prendiamo un momento per noi stessi, dove non dobbiamo rendere conto a nessuno!!!
9: Mangiare lentamente e solo quello di cui abbiamo davvero bisogno, ci mantiene attivi, non affatica troppo l’apparato digerente, lasciandoci energie sufficienti per affrontare i nostri impegni.
10: Lo stress è nell’ambiente esterno, certo entra in contatto col nostro ambiente interno, ma siamo noi a decidere il giusto peso e se farlo entrare oppure no. Tutto quello che accade al di fuori ci condizionerà sempre ma siamo noi i padroni delle nostre vite e dei nostri pensieri, siamo noi che possiamo dire basta se una situazione ci sta limitando, siamo noi a trovare il senso della pace.
Take care