Archivio Tag: alito cattivo

Un bacio piccolissimo…

BACIO1-Copia
L’alito cattivo può avere varie provenienze:
– cattiva digestione
– intestino non regolare
– fegato intossicato
e questi abbiamo già visto come risolverli, però ci sono anche rimedi aggiuntivi per avere effetti immediati come per esempio la Propoli e i semi Carvi sono indicatissimi.
Con il fegato infiammato solitamente si infiammano anche le gengive e di conseguenza l’alito cattivo arriva. Fatevi dei risciacqui con l’olio essenziale di Tea Tree e Chiodi di Garofano o un collutorio a base di Aloe o Propoli con olii essenziali dopo esservi passati il filo interdentale 😉
In questi casi sarebbe meglio pulire anche i reni per sicurezza quindi delle belle tisane diuretiche male non vi faranno, a base di Betulla foglie, Gramigna rizoma e Finocchio frutti.
Take care

Come scegliere la depurazione adatta al nostro corpo

img_7010

La Primavera inizia esattamente il 21 Marzo quando il Sole appunto entra nel segno di Ariete, segno di fuoco e che rappresenta un aspetto fisico snello, con una camminata veloce e con tanta voglia di fare, segna l’inizio dell’anno astrologico e delle stagioni, ecco perchè è proprio adesso che bisogna sfruttare i momenti che si hanno a disposizione quando ci sono giornate belle e soleggiate per dare inizio a tutti i buoni propositi dell’anno.
Molte persone sono già partite con una depurazione a scelta ma come mi è già capitato di vedere ognuno è fatto a proprio modo e ciò che può andare bene a uno non va bene magari all’amica o alla sorella, quindi per scegliere la depurazione giusta per se stessi bisogna valutare vari aspetti:
– l’intestino è regolare? (Per regolare intendo quando quasi tutti i giorni si riesce ad andare in bagno senza problemi come troppa fatica, cattivo odore, cattiva consistenza, crampi e dolori)
– c’è tensione o gonfiore addominale?
– problemi nella digestione?
– dermatiti, rossori o pruriti?
– alito cattivo?
– l’urina è chiara o scura? si fa fatica ad andare in bagno?
Queste sono le domande che bisogna porre a se stessi per capire di cosa ha bisogno il nostro corpo. Dopo aver risposto correttamente anche dopo qualche giorno per capirsi meglio, si può inizare.
Potete anche tenervi un diario dove potete descrivere le abitudini del vostro corpo, quali sono le cose che vi fanno stare meglio e quali no, e non è semplice capirlo se siete sempre tesi, stressati e pieni di pensieri che schiacciano il vostro benessere, quindi prendetevi un attimo per stare col vostro corpo e rilassatevi. Perchè questo avvenga all’inizio avrete bisogno di una mano e vi propongo una respirazione contro l’ansia per sciogliere un po’ di tensione. Molti che non hanno mai fatto questo genere di esercizio potrebbero essere un po’ scettici all’inizio ma provare non costa nulla e come dico io: tutto quello che si fa è sempre e comunque esperienza!
Take care