Archivio Tag: circolazione

Dal basso all’alto

proprieta-foglie-di-vite
Qualche hanno fa ho iniziato a vedere un po’ di capillari rotti nelle caviglie e ho pensato: sarà a stare sempre in piedi, ma cosa posso farci? Niente, ma ci hanno pensato i capillari a fare qualcosa per me, ovvero se ne sono solo rotti di più e il mio lavoro non è pesante come quello di prima quindi non era colpa sua. Io ho sempre pensato che bere mi annoiava o di avere ancora un sacco di tempo per prendere provvedimenti, ma mi sono accorta che sbagliavo perchè se vedo già prima dei 30 che il mio corpo sta cambiando e non ha più la stessa elasticità di 10 anni fa allora è il caso di prendere precauzioni da subito e chi invece si sta guardando i capillari rotti e ha ancora più anni di me dovrebbe prendere dei rimedi sin da subito.
Non è un problema di tutti, chiaro, ma almeno il 60% delle donne mi risponde che se li vede, perciò in questi casi si dovrebbe andare col Mirtillo Nero bacche che trovate in pastiglie, tintura, succo, e prendetene tantissimo perchè è un antiossidante, va bene per la vista, per l’apparato urinario, migliora la circolazione e limita la rottura dei capillari; il Mirtillo è un preventivo però, se la circolazione è molto compromessa a questo punto io andrei anche con dell’Amamelide in foglie o l’Ippocastano in gemmoderivato (Aesculus Hippocastanum) e cercate di mettere delle creme rinfrescanti con malva e calendula, non mettete creme che scaldano se no se ne romperanno di più e più velocemente.
A questo problema solitamente di aggiunge il terrore di ogni donna, quello che ogni donna non vorrebbe ammettere mai: le emorroidi. Ne esistono di due tipi: emorragica e non. In caso di emorragia consiglio in tintura o in tisana questo mix di piante: Malva, Achillea, Amamelide, Timo e Calendula da berne anche un litro al giorno. Insieme a questa cura io farei anche una depurazione con l’alimentazione basata su frutta e verdura per almeno 3 giorni per favorire al meglio la circolazione e cercate di bere drenanti e depurativi anche quando il problema è sparito.
Take care

Le sabbie mobili

resize.php
Sono sicura di avere l’approvazione di molte quando dico che con le gambe pesanti non si ha voglia di far niente perchè ci si sente più stanchi, innervositi e ogni cosa che si fa sembra più diffile. Se aggiungete all’acqua Rusco, Centella asiatica, Ginko Biloba, Cipresso frutti e Vite rossa in tintura o in tisana da berne almeno un litro al giorno troverete ottimi riscontri. Chi ha le piastrine basse o prende anticoagulanti dovrebbe evitare il Ginko biloba, chi invece ha carenza di vitamina E, piastrine alte, dermatiti secche, infiammazioni, poca memoria, vertigini e ronzii auricolari dovrebbe premiarlo.
Quando arrivate a casa alla sera fate dello stretching soprattutto alle gambe e cercate di alternare acqua fredda e calda quando fate la doccia, che serve per fare ginnastica vascolare. Promuovete la circolazione anche con tisane depurative a seconda delle vostre esigenze e se avete anche formicolii, mal di testa, stanchezza generale, ansia, nervosismo, tic ai nervi aggiungete del Magnesio da prendere al mattino.
Dopo la doccia se siete abituati a mettervi creme o olii (sarebbe meglio) state un po’ di più sulle gambe quando massaggiate per far assorbire, partite dai piedi e dalle caviglie e poi salite ai glutei, in questo modo sarete di aiuto anche manualmente al linfodreggio e alla circolazione. Se dovete scegliere la crema adatta alle vostre gambe cercate qualcosa di fresco con all’interno della Menta o delle alghe per favorire il microcircolo anche in superficie.
L’Ananas in tutte le forme è un signor drenante quando c’è presenza di cellulite che blocca la circolazione nelle gambe, è un diuretico ed è l’alternativa ideale per chi non può prendere dimagranti come Fucus o Caffè verde.
La costanza è premiata 😀
Take care